lunedì 30 marzo 2009

TUTTI A VOTARE AL REFERENDUM CONTRO L'ATTUALE LEGGE ELETTORALE

Con questa legge elettorale, meglio conosciuta come "Porcata", ci hanno tolto la possibilità di eleggere i nostri rappresentanti in Parlamento; poi il Referendum è stato rimandato di un anno per la caduta del governo nella primavera del 2008; ora tentano di far fallire il Referendum con il non raggiungimento del Quorum (vecchio trucco) chiamandoci a votare in Giugno con questa cadenza: Domenica 7 per Europee ed Amministrative, Domenica 14 per il Referendum, Domenica 21 per i ballottaggi delle Amministrative.
Ma noi, che conosciamo i nostri polli, invece di andare al mare, andiamo al seggio per tre fine settimana, risparmiamo, non inquiniamo e gli leviamo serenamente le candidature multiple, qualunque sia il giorno scelto.


3 commenti:

noldotar ha detto...

Ooooooh! Grazie, è da mesi che sto cercando di cosa parla questo referendum. Si parla solo di farlo assieme alle europee per evitare lo spreco di soldi e non si dice di cosa si tratta.
Possibile che il giornalismo non sia mai in grado di informare???

EMILIO ha detto...

anche io solo ora sono riuscito a sapere quale tema tratterà il referendum.
E ci pensano pure se è il caso di risparmiare o no dei soldini preziosi accorporando le giornate di voto???
l'informazione ormai bisogna cercarsela da soli.
che schifo.

Anonimo ha detto...

Davvero uno schifo, è vero che io attualmente sono all'estero e le informazioni che ho su ciò che avviene in italia le prendo tutte dalla rete, però ogni volta che parlo con la mia famiglia, cadono dalle nuvole. Chi ha come unica fonte la TV, rimane allo scuro di molte cose, soprattutto quelle che i politici preferiscono non rendere pubbliche censurando sempre più i giornalisti, poi i pochi che riescono a parlare vengono tacciati come disfattisti, bugiardi....